Uno sguardo all'XI Congresso AGIT

Di Giuliano Melis

Si è concluso l'XI Congresso Agit via web ed è giusto fare qualche considerazione.

La prima riguarda l'esperienza del Congresso in streaming. Mi pare che abbia funzionato. Tanti i colleghi in linea, tantissimi i votanti.

Dobbiamo presumere che il livello di attenzione, nonostante la modalità "a casa", sia stato molto alto.

E' stato fatto notare che già dal congresso di Bologna, dibattito e posizioni alternative, sono state una novità rispetto alle esperienze degli anni precedenti.

A Bologna una lista alternativa, poi ricomposta con inserimenti della vecchia giunta, ha prevalso sulla squadra uscente.

A Milano, una nuova lista, con un programma diverso, si è presentata ai Colleghi, proponendosi come nuova linea politica e programmatica per il futuro dell'associazione.

In questo caso, ha prevalso il sostegno alla squadra uscente.

Il Presidente Mangano, nella sua esposizione, ha descritto i suoi due anni alla guida di AGIT come i più difficili dopo quelli della liquidazione coatta (per chi l'ha vissuta).

Dalla disdetta dell'accordo economico (fatto di assoluta novità nei rapporti con la compagnia), al dissesto finanziario immediatamente successivo, dal cambio repentino dei vertici aziendali, al Covid passando per la disdetta dell'accordo sinistri, non dev'essere stato sicuramente facile gestire la situazione.

Siamo arrivati a Milano, tutti, sicuramente stanchi e sfibrati.

Si prospettano due anni più tranquilli almeno su due fronti. Il Covid e la solidità economica di Groupama.

Ci si poteva aspettare che Mangano, considerando la luce in fondo al tunnel, restasse a godersi un po' di pace nell'affrontare le tante questioni ancora aperte.

Invece, colpo di scena, propone un ticket con l'attuale Vice Presidente Annesi, si scansa di lato e offre lo scranno più alto a colui che i questi due anni, ha condiviso (insieme a tutta la squadra) le grandi ansie dell'attività di rappresentanza.

Marco Colombi, candidato della lista alternativa, pur non avendo vinto, credo possa dirsi soddisfatto sia del dibattito che del risultato. Un centinaio di voti al suo progetto, non sono pochi. Quasi un sesto dei votanti, lo ha sostenuto.

AGIT è Patrimonio Comune degli Agenti Groupama. Dovrà guardare a 360 gradi la platea degli agenti che rappresenta. Dovrà saper guidare le dinamiche della compagnia, verso modelli utili allo sviluppo ed all'accrescimento della reddittività dei Colleghi. Dovrà vigilare costantemente sulla bontà dei prodotti e sugli istituti giuridici ed economici frutto dell'esperienza di questi anni.

Dovrà saper parlare alle agenzie strutturate, a quelle piccole, a quelle più grandi, ai plurimandatari ed ai mono mandatari.

Sarà certamente in grado di farlo Massimo Annesi, insieme a Laura Puppato, Dino Grotti Angelo Mangano ed il resto dei componenti.

Tanto più si assottiglierà la platea degli "scontenti", quei novanta che avrebbero scelto l'altra lista, tanto meglio sarà giudicata alla fine del suo mandato.

Giuliano Melis

16 ott 2021
-
10:03

Motore di Ricerca

Contatti

A.G. IT Agenti Groupama Italia
Corso Giovecca 81 - 44121 Ferrara
Cod Fisc: 93012080664
Email: info@gruppoagit.com